LETTURE E VISIONI – LUGLIO 2017

IL LIBRO

Mio carissimo rospo di Virginia Woolf, Elliot edizioni

“Mio carissimo rospo” è una raccolta delle lettere scritte da Virginia Woolf ai suoi familiari e conoscenti tra il 1888 e il 1900, periodo in cui l’autrice è prima bambina e poi adolescente, comunque ignara del suo futuro di grande scrittrice. Quanto della futura Virginia Woolf è possibile ritrovare in questi compitini, portati a termine sia per esercitarsi nello scrivere che per consolidare legami affettivi? È presto detto: poco o nulla si intuisce nelle concise frasette brevi, nei tentativi di utilizzare un vocabolario più ampio e meno banale, nella ricerca di un periodare ampio e articolato. Se qualcuno si accosta a questo epistolario sperando di ritrovare qualcosa della futura scrittrice, incapperà in una cocente delusione, in quanto si troverà di fronte a una testimonianza di vita vissuta, priva di pensieri segreti e profonde riflessioni, senza l’ombra di confidenze ardite o inenarrabili confessioni. Non ci è data occasione di sbirciare nel mondo interiore dell’autrice, perché imperscrutabile è il mistero che porta una bimba dall’esistenza non memorabile a maturare una personalità letteraria dalla voce imponente.

Continua a leggere

Segnalazioni e anticipazioni – Giugno 2017

Un piccolo aggiornamento per segnalare una mia intervista realizzata da Roberto Guerra per il suo blog e l’annuncio ufficiale del progetto che mi vede coinvolta da qualche anno con Deda. Si tratta di un fumetto (la cui uscita è prevista per l’autunno 2017), che intende celebrare “il dio dei manga” ispirandosi al pantheon di personaggi di Osamu Tezuka: La Musa dimenticata – La storia di Hoffmann. Mano a mano posteremo online disegni, sketch, setting e informazioni, in attesa di avere il libro tra le mani. Se vi va, unitevi a noi, cliccando sull’immagine e  seguendo l’evento dedicato 🙂

Crepax Award – Cerimonia di premiazione

Un breve post per ringraziare gli organizzatori del Crepax Award, che hanno fronteggiato con ardimento tutti gli imprevisti sul loro cammino, imprevisti inevitabili considerando che si trattava della prima edizione di un premio nell’ambito del Florence Fun & Games. Siamo stati accolti nella struttura alberghiera, trasportati dall’albergo alla sede della premiazione, coccolati, rifocillati e infine… premiati. Tra cambi di sede e pioggia inopportuna, ha vinto la voglia di divertirsi, di ridere e di stare bene insieme, tra visi che sono diventati subito familiari. Che emozione ritrovarsi vicino Giancarlo Berardi, Laura Scarpa, Emanuela Lupacchino e Lola Airaghi… scambiare chiacchiere con Sakka Sacchi e Angelo Capasso, per poi imbattersi nella sorpresa di una faccia amica (ciao Cristian!). Fantastico condividere la stanza con Silvia Vanni, fida compagna d’avventura. Non ultimo, scoprire nomi e titoli che andranno ad arricchire una già nutrita wishlist. L’unico dramma della serata è che è finita! Spero di vivere altre esperienze come questa, in futuro. 🙂  Se ne torna ricaricati e pronti a ripartire! Continua a leggere

LETTURE E VISIONI – APRILE 2017

IL LIBRO
NeveNeve by Maxence Fermine

La grazia nella scrittura è realtà impalpabile, come fiocco di neve che incanta per la sua purezza. La bellezza della neve ispira il desiderio di possederla, e quando ciò accade il miracolo avviene per un breve istante, prima che la neve si sciolga al calore della mano.
La tensione verso la perfezione è propria dell’animo umano. Per questo Yuko, il protagonista del libro di Fermine, si consacra alla verità della neve e dà inizio al suo viaggio. Un viaggio che è il cammino di ogni uomo alla scoperta di se stesso, dell’amore, della poesia e dell’arte del funambolismo.

View all my reviews

Continua a leggere

“Sarò quello che sono” di Tommaso Vitiello ed Emanuele Parascandolo

Uscito nel mese di Aprile 2017 per la Gazzetta del Mezzogiorno, quindi nelle regioni di Puglia e Basilicata, il volume “Sarò quello che sono” apre la collana MIDI – Fumetti per il Sud curata da Hazard Edizioni: una serie prevista in dodici uscite, focalizzata su “temi sociali, fatti storici, personaggi, luoghi e leggende della Puglia e della Basilicata”. Leggendo il primo volume, dedicato a Rodolfo Valentino, è subito comprensibile che la qualità del lavoro è tale da rendere la raccolta preziosa.
Gli autori immaginano una notte trascorsa tra Castellaneta e Taranto, una notte in cui il sedicenne Rodolfo dà prova di bravura nel tango, suscitando l’invidia del coetaneo Salvatore, il quale insinua che è una femminuccia e ne ricava un pugno da Rodolfo. Tra i due inizia una scazzottata cui pone termine il buttafuori del locale. Lo scontro però è servito a Salvatore per convincersi che Rodolfo è un uomo, degno di rubare un paio di cavalli e dirigersi a Taranto per divertirsi con un paio di ragazze compiacenti… ma quella notte una scoperta attende il giovane, una scoperta che segnerà la sua vita. Continua a leggere

Romics 2017 – Un fantasma molto affamato

Il bilancio dell’esperienza al Romics è stato più che positivo: tanta gente, la simpatia e la cordialità dei colleghi di stand e degli autori/compagni d’avventura in Watson, i cioccolatini ferrero declinati in più gusti, il duo Rocchi/Carità e la dedica al volume “Le due metà della luna”, i cosplayer pazzeschi. Grazie a Francesca Caldiani, Valentina Capaldi, Antonio Schiena, Carlo Deffenu, Ilaria Cammarone e l’editore Ivan Alemanno (più signora e prole), in compagnia dei quali ho trascorso ore allegre. Grazie a chi ha sfogliato i libri, a chi li ha annusati o guardati di sfuggita. Grazie a chi ha deciso di acquistarli, portandosi a casa un pezzetto di noi. Grazie alla signora che ha comprato per i suoi bambini i libri per ragazzini, tra cui il mio. Grazie soprattutto alla bambina vestita di rosa, che ha scelto il mio libro e l’ha voluto a tutti i costi, rendendomi felice 🙂

Potete acquistare “Un fantasma molto affamato” dal sito dell’editore oppure ordinandolo su IBS o in Feltrinelli. O fornendo l’ISBN del libro (ISBN 9788898036943) alla vostra libreria di fiducia.

Estratto – Un fantasma molto affamato – Watson Edizioni

Vi ricordo che in occasione del Romics (manifestazione prevista a Roma per il 6-9 Aprile 2017) sarà disponibile allo stand della casa editrice il romanzo per ragazzi “Un fantasma molto affamato” che ho firmato per Watson edizioni. Il titolo sarà poi ordinabile in libreria.

Ecco un estratto dal romanzo. Continua a leggere

Reminder – Antologia digitale gratuita “Verso un nuovo mondo”

Un breve post per ricordare che l’antologia “Verso un nuovo mondo“, contenente il mio racconto “Noi siamo matrice“, è gratuita nella versione digitale a questo indirizzo Amazon.
La versione cartacea, della cui vendita il ricavato è destinato integralmente alla fondazione “Umberto Veronesi”, si trova a questo indirizzo. Buona lettura, buona donazione.

Preview – Un fantasma molto affamato – Watson Edizioni – Romics 2017

Finalmente posso sbottonarmi… uno dei progetti che mi auguravo vedesse la luce quest’anno è pronto per la pubblicazione e sarà disponibile in occasione del Romics (6-9 Aprile 2017) e poi in libreria. Segnalo pertanto che l’8 Aprile sarò presente al Romics allo stand della casa editrice.

Si tratta di un romanzo per ragazzi (target 7-12 anni), cui ho lavorato nel corso degli ultimi anni, da quando l’idea è venuta a trovarmi in quel di Singapore. Continua a leggere

Digitale purpurea

Il seguente racconto, vincitore ex aequo del contest “Tre narratori” bandito dal blog “Argonauta Xeno“, si vale dell’editing di Salomon Xeno, ideatore del blog e del contest.

L’orizzonte è una nuvola di polvere in attesa di essere spazzata via. La terra nient’altro che una landa desolata consegnata all’eternità.

Qualcuno, non ricordo chi, raccontava di un tempo in cui il cielo non aveva il colore della cenere. Sosteneva che un globo di luce illuminava il mondo e riscaldava la vita.
Era un’epoca lontana, diceva, ma credo fossero tutte invenzioni di una mente malata. La mente, con l’età, ci abbandona, ecco tutto. Non siamo che un mucchio di frammenti tenuti insieme da una colla cattiva. Ci lasciamo indietro i pezzi e neanche ce ne accorgiamo. Continua a leggere

LETTURE E VISIONI – MARZO 2017

IL LIBRO

Oscure regioni: Racconti dell'orrore vol. 1Oscure regioni: Racconti dell’orrore voll. 1 e 2 by Luigi Musolino
My rating: 4 of 5 stars

“Oscure regioni” è un’antologia in due volumi che raccoglie i racconti horror di Luigi Musolino. Il fil rouge dell’intera opera lo trovo geniale: ogni racconto è dedicato a una regione italiana, di cui si esplora il lato oscuro, alla ricerca di miti e leggende nere, che prendono vita nella narrazione fino a diventare concrete minacce per i protagonisti dei racconti. La stesura presuppone una ricerca, da parte dell’autore, che rende i racconti ancora più interessanti. Non conoscevo, per esempio, le leggende delle regioni che più mi riguardano da vicino, perché queste riferiscono a tradizioni e credenze locali, che appartengono ai paesi, alle frazioni isolate, a quella realtà italiana che spesso dimentichiamo eppure continua la sua esistenza, all’ombra delle città viste dall’alto. Unico appunto alla narrazione è il peso delle sequenze descrittive, che talvolta nella lettura ho avvertito come eccessivo. Inoltre avrei gradito, nell’indice finale, una parentesi che specificasse le regioni protagoniste dei racconti. Nel complesso: un’opera pregevole, piacevole, preziosa. Continua a leggere

Estratto – Noi siamo Matrice

Estratto dal racconto vincitore ex-aequo del concorso “Verso un nuovo mondo”, promosso dall’ass. cult. Hyperion. Il racconto fa parte dell’antologia omonima, disponibile in cartaceo online. La versione digitale è scaricabile gratuitamente qui. Si tratta di un’antologia molto valida per la qualità dei racconti e la cura editoriale. Inoltre l’intero ricavato dell’opera sarà devoluto in favore del progetto per l’oncologia pediatrica “Gold for Kids” della Fondazione Umberto Veronesi.

noisiamomatrice

La musica nell’abitacolo risuona come un canto da culla, una ninnananna lontana.
Disteso nella capsula di trasmissione, sento il liquido di connessione neurale salire lambendo i polpacci, i glutei, la schiena. Poi cresce sulle spalle, il torace, le ginocchia. Infine ricopre il petto e la testa.
Completamente immerso nella viscosità liquida, inspiro con lentezza, riempiendo di ossigeno i polmoni. I sensori collegati alla testa stimolano l’attività cerebrale e in pochi istanti mi connetto all’Affluente, che risalgo fino a toccare la Corrente. Raccolgo quanto consentito alla presenza dei Guardiani: una scintilla creativa, una perla di luce. Basta questo perché si formino immagini e parole. Mentre elaboro la materia viva e pulsante, so cosa devo raccontare e come. Così inizia il mio canto: Continua a leggere

Letture e Visioni – Gennaio 2017

IL LIBRO

Figlia di nessunoFIGLIA DI NESSUNO by Amneris Di Cesare
My rating: 4 of 5 stars

La scrittura precisa e ammaliante dell’autrice trascina il lettore in una favela di Rio de Janeiro e gli fa vivere la vita attraverso gli occhi, la mente e il cuore della protagonista, Nivea, che trascorre la sua esistenza nell’unico modo concesso a chi, come lei, è “figlia di nessuno”. Vivere per Nivea significa sopravvivere, fare parte di una realtà dura, priva di sogni e ricca di prove da affrontare e superare. Eppure, anche se la protagonista afferma e ribadisce più volte che i sogni sono un lusso che non si può permettere, che i sogni non fanno parte del suo mondo sanguigno e spietato… proprio lei finisce col dimostrare quanto i sogni sono essenziali all’esistenza degli esseri umani e come, in definitiva, non li si possa separare dalla vita stessa. Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori.

View all my reviews Continua a leggere

Più leggero di una piuma

bast

Cose piccole si muovono nel buio, all’ombra della Piramide Cestia.
In quel luogo che da sempre è il prediletto per gatti e gattari di Roma, si raduna la moltitudine felina nell’ora riservata al cibo e alle carezze di nonna Franca, eterna vecchina votata ai gatti di strada.
Si era ai principi di Novembre e qualcosa di insolito stava per accadere, nella stradina tappezzata di foglie gialle spalmate sull’asfalto. Continua a leggere

Estratto: Il tempo che non scorre

Dal diario di Elvira Tossani

Bologna, 15 Ottobre 1876

Da quando ho cominciato a frequentare la Scuola normale, ho pensato soltanto a impegnarmi nel seguire le lezioni di pedagogia, aritmetica e geografia. Non avevo quindi prestato troppa attenzione alle mie compagne di classe, limitandomi a scambiare con loro un saluto o una frase di cortesia. Eppure oggi per la prima volta mi sono resa conto che al mondo esiste qualcuno come me, una persona che nutre per i libri una passione forte e autentica, forse anche superiore alla mia, cosa che in verità ritenevo impossibile. Continua a leggere